La salamandra del Pasubio

Pochi lo sanno ma esiste un seconda sottospecie colorata di salamandra alpina, descritta nel 2005 da Bonato e Steinfartz col nome di Salamandra atra pasubiensis. Questo simpatico animaletto vive a pochi chilometri di distanza dalla salamandra di Aurora, lungo alcune impervie gole rocciose che scendono dal Massiccio del Pasubio. Ebbene sì, questa salamandra vive solo in questa zona e quindi è molto minacciata. La colorazione del corpo di questa sottospecie varia tra gli individui di una stessa popolazione: ci sono esemplari completamente neri, come la Salamandra atra atra, ed individui a chiazze gialle, per alcuni aspetti paragonabili alla salamandra di Aurora (Salamandra atra aurorae) ma con colorazione sempre meno diffusa (meno del 50% della superficie dorsale) . Le macchie della salamandra del Pasubio sono prevalentemente di colore giallo brillante, ma a volte possono anche essere di colore marrone. Queste macchie si trovano solo sulla superficie dorsale, sulla testa e il corpo, soprattutto sulla parte prossimale degli arti.
Questa rarissima salamandra è elencata nella Lista Rossa italiana elaborata dalla IUCN tra gli anfibi “in pericolo”: si trova solo in zone non adibite ad attività agro-forestali, per cui le principali minacce sono il suo estremo isolamento e la raccolta illegale da parte dei collezionisti. In futuro anche il cambiamento climatico potrebbe rappresentare un ulteriore problema per questi animali.

Le impervie gole del Monte Pasubio costituiscono l’habitat di S. atra pasubiensis

Many thanks to our italian cooperation partner Enrico Romanazzi for these beautiful pictures! :-)

Literature:

Bonato, L. (2000), A new interesting population of Alpine salamander (Salamandra atra) in the Venetian Prealps. Bollettino del Museo Civico di Storia Naturale di Venezia 50: 231-237

Bonato, L. (2001), La Salamandra alpina Salamandra atra Laurenti, 1768 sulle Prealpi Venete. Primo anno di un progetto di indagine intermuseale. In: Bon M., Scarton F. (red.), Atti 3° Convegno Faunisti Veneti.Associazione Faunisti Veneti, Boll. Mus. Civ. St. Nat., Venezia 51: 124-127

Bonato, L. and Grossenbacher, K. (2000), On the distribution and chromatic differentiation of the Alpine salamander Salamandra atra Laurenti, 1768, between Val Lagarina and Val Sugana (Venetian Prealps): an updated review (Urodela: Salamandridae). Herpetozoa 13 (3-4): 171-180

Bonato, L., Fracasso, G., Pollo, R., Richard, J. & Semenzato, M. (eds) (2007), Atlante degli Anfibi e dei Rettili del Veneto. Nuovadimensione Ed., Associazione Faunisti Veneti,, Portoguaro (VE), pp. 240

Bonato, L. and S. Steinfartz, 2005. Evolution of the melanistic colour in the Alpine salamander Salamandra atra as revealed by a new subspecies from the Venetian Prealps. Ital. J. Zool. 72, 253-260

Lanza, B., Andreone, F., Bologna, M.A., Corti, C., Razzetti, E. (2007), Fauna d’Italia, Amphibia Calderini, Bologna, pp. 537

Sindaco, R., Doria, G., Razzetti, E. & Bernini, F. (2006), Atlante degli anfibi e rettili d’Italia/ Atlas of Italian Amphibians and Reptiles. Societas Herpetologica Italica, Edizioni Polistampa, Firenze, pp. 792

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.