Salamanderprojekt in Volpago del Montello, Italien

Between 8 and 18 April educational activities were conducted by Enrico Romanazzi, our collaborator from Italy, with the students of the elementary school in Volpago del Montello (North-East of Italy). 6 different classes with a total of 118 pupils were involved and they are now new true guardians of salamanders! The welcome of the kids and teachers was very warm, and doing lessons in the classrooms was not easy because of their enthusiasm! Many children were already well-informed because they have also participated in the rescue of migrating amphibians along the streets some weeks before, between the hill of Montello and the Piave river. After the lessons about the different species of salamanders in Italy, there was time for games on salamanders (puzzles and memories) and the discovery of the website www.alpensalamander.eu. Many students learned how to enter data and they also recognized that there are still a lot of data that have to be entered for the Veneto region! Several students had already collected their own salamander data in their little salamander booklets.

The week after the activities in the school, they visited together with Enrico a special place where fire salamanders live: the Montello! It is a hill (the name Montello means “little mountain”) close to the school, but for many kids it was the first real exploration of this magical place. On Montello, there are living 11 different species of amphibians. Therefore, this hill is really important for the conservation of biodiversity and it is also protected as a Nature 2000 site. Walking for more than an hour through busy streets, which then became smaller and smaller, we reached the pond where we could observe many salamander larvae, together with eggs of agile frog (Rana dalmatina) and also some specimens of the yellow-bellied toad (Bombina variegata)!
The source of this pond is located in a mixed forest with oaks and chestnuts, which are the original trees species present in the Montello. The excursions were very important to raise awareness among young people to the Volpago salamanders. They also learned the importance of terrestrial and aquatic habitats. During the hot sunny days of April when the trips were made, the children understood how precious water is, being in a place full of sinkholes and karst valleys.
After these days, the salamanders and amphibians of the Montello have many new friends helping to protect them! :-)

Tra l’8 e il 18 aprile si sono svolte, a cura del nostro collaboratore italiano Enrico Romanazzi, le attività didattiche con gli studenti dell’Istituto Comprensivo di Volpago del Montello.
In totale sono stati coinvolte 6 diverse classi per un totale di ben 118 alunni che ora sono dei veri guardiani delle salamandre! L’accoglienza degli studenti è stata molto calorosa, e fare le lezioni in classe non è stato facile per l’entusiasmo che c’era nell’aria! Molti studenti erano infatti già informatissimi, avendo partecipato anche ai salvataggi degli anfibi in migrazione lungo le strade nelle scorse settimane. Dopo la lezione in classe, c’è stato il momento dedicato ai giochi sulle salamandre (puzzle e memory) e la scoperta del sito www.alpensalamander.eu, grazie al quale gli studenti hanno potuto vedere come funziona l’inserimento dei dati e hanno così potuto vedere che ci sono molti dati da inserire per il Veneto! Diversi ragazzi inoltre avevano già raccolto i loro dati nel libretto dedicato alle salamandre, che avevano ricevuto nelle settimane precedenti alla lezione.
Dopo le attività a scuola, nelle settimane successive si sono svolte le escursioni a piedi, verso un posto speciale dove vivono le salamandre: il Montello! Si tratta di una collina presente a poca distanza dalle scuole, anche se per diversi ragazzi è stata la prima vera esplorazione in questo ambiente magico. Sul Montello si trovano ben 11 specie diverse di anfibi, si tratta quindi di una collina davvero importante per la conservazione della biodiversità e iinfatti è tutelata come sito della rete europea Natura 2000. Camminando per più di un’ora, attraverso strade prima trafficate ed asfaltate e poi via via sempre più piccole, abbiamo raggiunto la sorgente dove abbiamo potuto osservare numerose larve di salamandra pezzata, assieme alle ovature di rana dalmatina e anche ad alcuni esemplari di ululone dal ventre giallo! La sorgente è situata in un bosco misto con roveri e castagni, che costituiscono le specie arboree originariemente presenti sul Montello.
Le escursioni sono state importanti per far conoscere ai ragazzi di Volpago le salamandre, assieme al loro habitat terrestri e acquatici, e in particolare le giornate caldissime di aprile in cui si sono svolte le escursioni hanno fatto capire quanto sia preziosa l’acqua in un ambiente così ricco di doline e valli carsiche.
Da oggi le salamandre del Montello hanno tanti amici in più! :-)

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.