Salamandra di Lanza

La Salamandra alpina (Salamandra atra) ha una sorella un po’ più grande ma per il resto molto simile, che è chiamata Salamandra di Lanza ed è endemica del massiccio del Monviso nelle Alpi Cozie tra l’Italia e la Francia.

Salamandra_lanzai11

Descrizione: Salamandra lanzai è una salamandra di media grandezza, completamente nera, con riproduzione vivipara. I maschi possono misurare circa 14,7 cm, mentre le femmine di grandi dimensioni anche 14,9 cm. Il corpo è relativamente sottile, il tronco mostra 12 scanalature longitudinali. La colorazione sul lato superiore è nera lucida, a volte brunastra, mentre la parte inferiore è di colore dal grigio scuro al nero.

Distribuzione: L’habitat tipico di S. lanzai si trova sul massiccio del Monviso a 2020 m nelle Alpi Cozie in Piemonte. S. lanzai è distribuito sul massiccio del Monviso, in Val Pellice, la Val Germanasca e alcune valli laterali. Gli habitat di S. lanzai sono ad altitudini comprese tra 1300 e 1500 m, nettamente superiore a quello degli habitat di S. atra. L’area intera distribuzione di S. lanzai è di circa 300 km ² .

Differenze rispetto alla Salamandra alpina: Rispetto a S. atra, S. lanzai è di circa 3 cm più grande, la testa è piatta e la punta della coda è arrotondata. Le ghiandole parotidi sono più piccole nei maschi rispetto alle femmine – cosa che non avviene con la S. atra. S. lanzai inoltre non presenta le due linee di ghiandole sopra la spina dorsale.

Riproduzione: S. lanzai è vivipara, come S. atra. La stagione degli amori di S. lanzai è in luglio e agosto. Maschi e femmine raggiungono la maturità sessuale mediamente a 6 anni di età alla quota di 2100 metri. La fase embrionale e la fase larvale durano circa 4 anni. S. lanzai più spesso di S. atra dà vita a più di 2 giovani salamandre, e spesso possono partorire 4 piccoli.

Comportamento e attività: S. lanzai è un anfibio molto territoriale, con home range individuali tra 100 e 120 m ². L’area occupata da una intera popolazione è tra 2500 e 9500 mq. Le popolazioni sono molto isolate, e il flusso genico tra le popolazioni molto basso. Gli individui trovano i loro nascondigli tramite sensori olfattivi. L’attività delle salamandre si può svolgere durante tutto il giorno (08:00-02:00), su terreni imbevuti di acqua, o in giornate di nebbia o pioggia. Nelle giornate di sole, l’attività delle salamandre è chiaramente concentrata nella notte. Il massimo dell’attività annuale avviene generalmente alla fine di luglio.

Bibliography:

Andreone, F., Clima, V. and S. de Michelis, 1999. On the ecology of Salamandra lanzai. Nascetti, Andreone, Capula & Bullini, 1988. Number and movement of individuals, and influence of climate on activity in a population of the upper Po Valley. Herpetozoa 12 (1/2), 3-10

Andreone, F., Miaud, C., Bergò, E.P., Doglio, S., Stocco, P., Riberon, A. and P. Gautier, 2004. Living at high altitude: testing the effects of life history traits upon the conservation of Salamandra lanzai (Amphibia, Salamandridae). Ital. J. Zool., 71, 35-34

Miaud, C., Andreone, F., Ribéron, A., De Michelis, S., Clima, V., Castanet, J., Francillon-Vieillot, H. and R. Guyétant, ,2001. Variations in age, size at maturity and gestation duration among two neigbouring populations of the alpine salamander (Salamandra lanzai). J. Zool, Lond 254, 251-260

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.